Casa

Di quali materiali è composto un bollitore elettrico?

Uno dei fattori più importanti quando si acquista un elettrodomestico, è sicuramente la scelta dei materiali. Lo stesso vale per l’acquisto di un bollitore elettrico.

Plastica, acciaio e non solo

Il bollitore elettrico, come il nome suggerisce, è a contatto con liquidi molto caldi. Affinché esso funzioni, infatti, l’acqua deve bollire, raggiungendo una temperatura di almeno 100 gradi! È quindi importante acquistare un bollitore elettrico da usare in tutta sicurezza. Al tempo stesso, questi materiali devono essere atossici, oltre che resistenti al calore. Il manico deve ovviamente essere isolato termicamente, così da evitarti scottature. (https://bollitore-elettrico.com/)

I modelli più economici sono quelli realizzati in plastica. Se decidi di acquistare un bollitore elettrico di questo tipo, assicurati che esso sia realizzato solo in plastica atossica. Il dispositivo deve quindi rispettare tutti gli standard di sicurezza richiesti per legge.

Se invece decidi di investire in un budget un po’ più alto, allora potresti prendere in considerazione un bollitore elettrico realizzato in acciaio. Si tratta sicuramente dell’alternativa più robusta. Del resto, l’acciaio è inossidabile, quindi perfetto anche a contatto con acqua ad alte temperature. Fai però attenzione a maneggiare un bollitore in acciaio. Questo materiale, infatti, tende a diventare subito molto caldo ed è facile scottarsi. Utilizza quindi sempre il pratico manico in materiale termoisolante per maneggiare il tuo bollitore elettrico in acciaio.

Un altro materiale molto utilizzato, soprattutto per i modelli più recenti e contemporanei, è il pyrex. Ovviamente questo materiale riveste solo la caraffa che andrà poi in effetti a contenere l’acqua. La struttura restante del bollitore elettrico è comunque in plastica o in un altro materiale, come appunto l’acciaio. Questo genere di bollitore elettrico dispone di una resistenza interna speciale, che permette al pyrex di non trovarsi a contatto con l’acqua bollente. Se ciò accadesse, infatti, il contenitore si spaccherebbe.

Pyrex, plastica ed acciaio sono i materiali più usati per realizzare un bollitore elettrico. Le funzionalità di questi materiali ed il loro prezzo sono molto diversi, quindi è importante scegliere sempre con molta cura!

Come funziona una scopa a vapore?

Quali sono i vantaggi dei cuscini d’allattamento